Suonano alla porta.

Ma dico io, non ce l’hanno una sala prove?!

E vabbè, sarà la Crisi. La faccio entrare e le preparo un caffè.

Viste le circostanze tiro la cinghia, ma prendo un abbaglio… Mi sa che l’ho rotto.

Ho l’umore sotto le scarpe; ecco cos’era quella puzza. A proposito, mi fa anche male un piede: oggi non me ne va bene una, quella di destra. Sarà colpa di quella volta che ho cercato di tenere due piedi in una scarpa, la destra appunto (prendo spesso appunti perché ho la memoria corta – è così da quella volta che ho dovuto darci un taglio).

Mi fa troppo male, ma come al solito me la cavo…e vado scalzo.

Ora va meglio; tiro un sospiro di sollievo ma prendo un abbaglio… Un’altra volta. Mi sa che s’è rotto anche questo.

E’ decisamente una giornata storta, quindi prendo il toro per le corna e tiro dritto: lancio perfetto; peccato che di rimbalzo prendo una sbronza e rompo il ghiaccio…

Basta, questo è troppo! Ne tolgo un po’…

IMALATIDIMENTE