Sono una persona qualunque, uno dei tanti che s’affacciano al mondo strillando ad un medico che gli schiaffeggia il culo. Sono uno che vive la propria giornata particolare in un mondo normale, e che, alla fine di ogni giorno, muore.

All’inizio la cosa è sembrata strana, assurda, illegale, oltraggiosa, paurosa; ma poi ho capito che è inevitabile e, la Morte m’è testimone, dannatamente quotidiana.

Non essendo certo di poter vivere un prossimo giorno, ho deciso di scrivere le mie avventure, di raccontare la mia storia, in questi giorni lunghi una vita.

Il mio nome è Nessuno. E queste sono le mie vite.

Continua…

IMALATIDIMENTE