Tag Archive: amore


Ultimatum

Sentire le mani addosso del mondo che tasta le tasche in cerca di gioia altrui da predare, di rabbia da schiacciare, di dolore da succhiare, produce reazione stizzosa convulsa di mani contratte che stringon contratti di fiducia tradita strizzata e spremuta, lasciata cadere su strade battute da puttane dell’amicizia facile, gratuita come la morte, sporca come la vita di chi tradisce e manca di rispetto al tranquillo viandante di un mondo imperfetto solcata da navi di laidi e presunti amici.
Non mi toccare, non mi guardare, non mi parlare, ascoltare, chiamare, pregare, amare.
L’unica cosa che devi fare è PENSARE!
E questa è l’ultima volta che te lo dico, uomo.
IMALATIDIMENTE
Annunci

Figlianza

Urge coscienza del fatto che la riproduzione è lo scopo ultimo.

Scopo non a caso (scelta del fine che giustifica l’atto).

Figli: prolungamento temporale in forma treddì di noistessi; la solita illusione che sia possibile fottere la morte è dietro l’angolo. D’altro canto, fottere la morte non produrrebbe risultati vitali.

Repulsione diffusa e dilagante verso progenie e giocattoli sparsi per casa, ma alla fine tutti si trovano a fare i conti con la data di scadenza, la propria, quella che imprime moto rotativo ondulante al pensiero che “fare figli forse non è poi tanto male”. Autoconvincimento per la continuità della specie. Chi non ci casca sarà selezionato all’atto del trapasso (in compenso potrà spendere tutti i propri risparmi senza preoccuparsi di lasciare un’eredità).

I figli sono il diminutivo di noistessi.

Ed io odio i diminutivi!

Malgrado tutto ciò, la vita continua, nella sua assurda ed inaspettata manifestazione umana, tra blogger che minacciano di figliare, e lettori di blogger che figliano e basta.

I più convinti oppositori si faranno un nodo alle gonadi; poi, un giorno sentiranno dire che, secondo i Maya, il mondo finirà nel 2012…E vuoi che davanti alla prospettiva di un domani inesistente pieno di assenza di conseguenze, non si facciano una bella scopata?!

Viviamo tutti nell’attesa di vedere la loro faccia a capodanno 2013…

Saluti e gameti per tutti!

*: da uno scambio con SunOfYork

IMALATIDIMENTE

Nuovo libro in arrivo

Photobucket

Cosa succede se l’inizio si rivela essere la fine, se la fine è solo l’inizio, se tutto il mondo che credevi essere vero si dimostra una mera scenografia di un teatro in cui sei l’unico attore di una commedia tragicomica chiamata vita, in cui anche la morte sembra essere una finzione?

Cosa succede quando il tuo mondo grigio fatto di traffico, strisce pedonali, pubblicità e televisioni che dettano le regole di un’esistenza fatta di certezze, viene attraversato dal sospetto che forse tutto esiste solo dentro di te, e che forse tu non esisti davvero in questo mondo?

La storia quasi vera di un uomo qualunque in una qualunque città senza tempo, che si ritrova a vagare nelle proprie psicosi, fobie e visionari sospetti, isolato in un mondo interiore il cui unico colore è il biondo dei capelli di una sconosciuta, unica vera interlocutrice di un’esistenza silenziosa, che condurrà all’urgenza di rovesciare il corso di una vita mai vissuta veramente, tingendo la logica di allucinazioni colorate, capaci di tracciare il percorso che scivola verso una fine che sa di inizio, un inizio che sembra fine, riportando tutto a zero.

La more

Stringimi la mano. Fammi sentire il tuo calore.

Ti do fuoco?

Abbracciami, non lasciarmi mai. Stringimi. Accarezzami i capelli e uniamo i nostri cuori.

Operazione chirurgica?

Sento le nostre anime che danzano .

Che?!?

Sento il cuore che galoppa. Ringrazio il destino per averci fatto incontrare.

Chi?!?

Resterei tutta la vita a guardarti. Mi perdo nei tuoi occhi.

Dove?!?

Non posso vivere senza di te.

E per forza, sei al ventesimo piano a penzoloni nel vuoto, aggrappata alla mia mano. (Vedi anche la voce “Stringimi la mano”)

Quello che sento è incredibile. Certe cose non si possono spiegare.

Seee…e per tutto il resto c’è Mastercard…

Non essere insensibile, io ti amo.

Anch’io mi amo…

Parla piano; potrebbe spegnersi la magia.

Batteria scarica?

Non ti lascerò mai.

Scommettiamo?

IMALATIDIMENTE