Tag Archive: notizie


presentazione

Sabato 27 Marzo, alle ore 19:00, presso l’Highlander Pub, si terrà la presentazione del libro “ZERO”.
Nella familiare informalità del pub, ed approfittando dell’aperitivo, presenterò al pubblico il mio nuovo libro, che propone una critica ironica e dissacrante del quotidiano mondo in cui viviamo, districandosi tra storie surreali di tutti i giorni, e disorientanti pensieri “malati”.
Un’occasione per conoscere la realtà di chi sceglie l’autoproduzione, e s’inventa un lavoro assecondando una vocazione.

Annunci

Inizia oggi una serie di storie intitolata “Nessuno”, che più o meno quotidianamente racconterà le vicende tra l’assurdo ed il reale di un personaggio veramente esistito, che esiste ancora, ancora per poco, e che esisterà anche domani; forse.

Un viaggio che delimita i confini della vita, in un tempo che corre da una morte all’altra, senza paura.

Buona lettura!

IMALATIDIMENTE

Per  venire incontro alle ridotte capacità di molti, che si scontrano con la tecnologia, con le carte di credito, con tutto ciò che non è tastabile, tangibile e pagabile in contanti, ho avviato la campagna di colonizzazione di alcune librerie sparse qua e là; a macchia di leopardo, direte voi; a macchia di sugo, dico io.

Ebbene, da oggi il mio nuovo e prediletto libro, “ZERO”, è acquistabile “alla vecchia maniera” nelle seguenti librerie:

Verona:


Corso Santa Anastasia 7

37121 Verona

Tel. 045/8002234


  • Libreria Rinascita

Corso Porta Borsari 32

37121 Verona

Tel. 045/594611


Mantova:


Via Marangoni 16

46010 Mantova

Tel. 0376/320333

Presto mi diffonderò in altre librerie, soprattutto a Parma ed a Bologna.

Una considerazione: per un piccolo autore/editore come me, porre in vendita in libreria un libro, significa subire una serie di rifiuti e negazioni, nonché percentuali trattenute dai rivenditori, che sembrano un furto. Non che voglia lamentarmi, ma le considerazioni sulla “povertà” dell’offerta letteraria della grande distribuzione (soprattutto considerando la ricchezza delle produzioni indipendenti), sono inevitabili e deprimenti. Ma ci vuole ben altro per togliermi la voglia…

Buona lettura a tutti!

Aggiornamento:


Parma:


strada Cavour 5/c

43100 Parma

Tel. 0521/233733 – 283077

via della Repubblica, 2

43100 Parma

tel. 0521/237492

Fidenza:

  • La vecchia talpa

Via Gramsci, 39

43036 Fidenza (PR)

Tel. 0524/523445

IMALATIDIMENTE

Siccome alcuni lettori desiderosi di comprare il libro, hanno trovato scomoda la soluzione del pagamento in rete tramite Paypal, sul sito www.imalatidimente.it, rendo nota l’ulteriore possibilità di acquistare il libro attraverso il semplice accredito della somma dovuta sulla mia carta Postepay, operazione che si può effettuare facilmente anche recandosi ad uno sportello postale.

Chi fosse interessato a questa modalità, mi può mandare una comunicazione via e-mail all’indirizzo:

supportiamoimalatidimente@gmail.com

indicando un indirizzo di destinazione per la spedizione del libro ed un destinatario. Io provvederò a comunicare il numero di carta su cui effettuare il pagamento.

Purtroppo non si è rivelato conveniente il metodo del contrassegno, in quanto comporterebbe spese postali pari al prezzo del libro.

Ringrazio quanti hanno già provveduto all’acquisto, e quanti sono in attesa della consegna, con la speranza che il libro possa piacere, ma, soprattutto, stimolare nuovi punti di vista.

Da tutti coloro che hanno letto e leggeranno il libro, mi aspetto pareri, giudizi, critiche, complimenti, e quanto possa evocare nelle loro menti questo mio primo vero libro: “ZERO”.

Grazie!

IMALATIDIMENTE


Finalmente è arrivato il nuovo libro. Adesso tocca a voi leggere e commentare.

Il libro è acquistabile sul sito www.imalatidimente.it, oppure contattandomi personalmente all’indirizzo supportiamoimalatidimente@gmail.com, o (per chi ha il mio numero) via telefono, o direttamente per strada, al bar, dal macellaio, dal parrucchiere, al manicomio…

Vi aspetto!

È finalmente on-line il sito ufficiale de IMALATIDIMENTE, realizzato dall’amico Marco Poli detto “Bufalo”:

www.imalatidimente.it

Nel sito troverete informazioni su autore e libri, questo stesso blog, ed uno spazio per gli acquisti.

N.B: il libro “ZERO” è già ordinabile, ma essendo ancora in stampa, potrebbe subire ritardi nelle prime consegne.

Per qualsiasi comunicazione, suggerimento, critica, insulto o preghiera, potete scrivermi all’indirizzo supportiamoimalatidimente@gmail.com oppure attraverso questo blog. Ma se lo preferite, potete trovarmi al pub…

Nuovo libro in arrivo

Photobucket

Cosa succede se l’inizio si rivela essere la fine, se la fine è solo l’inizio, se tutto il mondo che credevi essere vero si dimostra una mera scenografia di un teatro in cui sei l’unico attore di una commedia tragicomica chiamata vita, in cui anche la morte sembra essere una finzione?

Cosa succede quando il tuo mondo grigio fatto di traffico, strisce pedonali, pubblicità e televisioni che dettano le regole di un’esistenza fatta di certezze, viene attraversato dal sospetto che forse tutto esiste solo dentro di te, e che forse tu non esisti davvero in questo mondo?

La storia quasi vera di un uomo qualunque in una qualunque città senza tempo, che si ritrova a vagare nelle proprie psicosi, fobie e visionari sospetti, isolato in un mondo interiore il cui unico colore è il biondo dei capelli di una sconosciuta, unica vera interlocutrice di un’esistenza silenziosa, che condurrà all’urgenza di rovesciare il corso di una vita mai vissuta veramente, tingendo la logica di allucinazioni colorate, capaci di tracciare il percorso che scivola verso una fine che sa di inizio, un inizio che sembra fine, riportando tutto a zero.

News dall'”aldilà”

Alla faccia di quella fetta di mondo che ancora crede che internet sia “virtuale” e divisibile dal “reale”, che questo è un mondo, ma quell’altro è tutta un’altra cosa, che qui devo essere io, ma che di là posso essere chi voglio, che se qui faccio una cazzata, di là non conta; alla faccia di chi ha bisogno di un nickname per potersi sentire libero di dire ciò che pensa, e che a computer spento torna ad essere il sé stesso “normale”; alla faccia di chi non ha ancora capito che la rete è un’estensione del mondo tastabile, che se da qui faccio una pisciata abbastanza lunga posso arrivare alla punta delle scarpe di te che stai di là…

Alla faccia di quella fetta di mondo, il sig.Finanza Guardia ha sporto denuncia contro un’incauta utente di Emmessenne, che credeva di poter fingere di essere qualcun altro; – tanto è “virtuale” –

A tal proposito, suggerisco a tutti i miei commentatori (ben accetti, ben voluti, ben harper) di non firmarsi impropriamente con nomi reali altrui, nonché nickname, indirizzi e-mail, codici fiscali e tessere della coop di altri individui. Rimane libertà totale sul contenuto dei commenti, ma la vostra liberà è proporzionale al mio potere di censura (che preferirei non esercitare); ma siete pur sempre “in casa mia”…

Profusione smodata di saluti per tutti!

IMALATIDIMENTE

Star Trash

Notizia del giorno: “Collisione in orbita tra satelliti”.

Viviamo nell’era delle comunicazioni facili: tivù, radio, telefonini, messaggini, squillini e faccine; essemmesse, Emmessenne, e-mail, blog e chat; Maispeis, Feisbuc, community, forum e newsgroup.

Appuntiamo la lista della spesa sul cellulare, manifestiamo via web, facciamo videoconferenze, conosciamo amici nuovi con Maispeis, li perdiamo per una discussione su Emmessenne e poi li ritroviamo con Feisbuc.

Al giorno d’oggi la comunicazione è tutto.

Eppure viviamo in palazzi abitati da sconosciuti, comunichiamo con colpi di clacson e non salutiamo nemmeno il casellante che ci dà il resto.

La maggior parte della gente non ha mai saputo leggere un atlante stradale, ma oggi hanno tutti il navigatore satellitare, quello che ti dice se devi girare a destra, tra quanti chilometri sarai arrivato e a che velocità media ci sei arrivato. E se sbagli strada è colpa della mappa non aggiornata, perché mentre guardavi il navigatore aspettando istruzioni, non hai visto il cartello con la scritta “SEI ARRIVATO”.

Comunicare non è mai stato così facile.

Fino a quando uno stronzo di satellite americano non rispetta la precedenza, e ne tampona uno russo in disuso.

E adesso chi ci mandiamo a raccogliere i pezzi di un ingorgo stellare sulla tangenziale dei tostapane volanti? Il candido Shuttle coperto di mattonelle? Seee, come l’ultima volta…

Un medio saluto digitale terrestre a tutti i parcheggiatori abusivi di satelliti rottamati.

IMALATIDIMENTE